La casata reale Ulgan è la gloriosa dinastia della famiglia Kalpath

Re o Regina Coniuge Figli/e

Anno Zero - Primo Reggente

Ouramat (m) – I° re

Sposa Adanha

Nascono:

a)       Ildenor (m) – II° re

b)       Erden (f) - si sposa e da vita al ramo Erden

c)       Silha (f) – muore di malattia

Ildenor – II° re

Sposa Namya

Nascono:

a)       Agaly (f) – I° regina

b)       Mirth (m) – muore in duello

Agaly – I° regina

Sposa Roh

Nascono:

a)       Tyroks (m) – III° re

b)       Malver (f) – si ritira a vita monacale

c)       Thulor (m) – sposa Gynel e da via al ramo Thulor

Tyroks – III° re

Sposa Nima

Nascono:

a)       Olart (m) – muore di malattia

b)       Marvah (f) – II° regina

Marvah – II° regina

Sposa Donort

Nascono:

a)       Lerth (m) – IV° re

b)       Banth (m) – Esploratore, si inoltrò in territorio Mahannod e di lui non si seppe più nulla.

Lerth – IV° re

Sposa Kerah

Nascono:

a)       Ukhy (m) – muore alla nascita, anche la madre muore

b)       Valerah (f) – III° regina nata da seconde nozze con Mesyd

Valerah – III° regina

Sposa Onlafh

Nascono:

a)       Ildenor II° (m) – V° re

Ildenor - II° re

Sposa Shuna

Nascono:

a) Alerad (f) – IV° regina

Hula – IV° regina

Sposa Denku

Nascono:

a)       Amedyl (f) – si reca ad Archemur dove diventerà una maga dell’acqua

b)       Atros (m) – muore difendendo i suoi compagni nel distaccamento di Crowly

c)       Gharhet (m) – VI ° re

Gharet - V° re

Sposa Kahat

Nasce:

a)       Yhunas (m) – diventerà re e sarà particolarmente illuminato. Tentò per tutta la vita di conciliare tutte le razze viventi i Arkhesya con grandi opere di ambasciatore.

Yhunas – VI° re

Sposa Lamwel

Nascono:

a)       Vholar (f) – V° Regina.

b)       Bahert (m). Approda agli studi di astronomia e astrologia. Diventa uno dei più completi studiosi di questo genere confrontandosi alla pari addirittura con il potente Dresgon della volta celeste.

c)       Ghiard (m). grazie alla sua grande prestanza fisica approda alla carriera militare e diventa un importante generale degli eserciti ulgan.

Vholar – V° regina

Sposa Thornuk

Nascono:

a)       Syndah (f). Rifiuta la carica di regina per dedicarsi a viaggi di esplorazione.

b)       Anhur (m) – VII° re.

Anhur – VII° Re

Sposa Ghaled

Nasce:

a)       Irodhil – VIII° re

Irodhil – VIII° re

Sposa Heldar

Nascono:

a)       Marvah II° (f) - rinuncia al trono per ritirarsi in un tempio

b)       Alheyn (f) – VI° regina

c)       Ulorth (m) – grande carriera come ambasciatore presso gli altri popoli

Alheyn – VI° regina

Sposa Mhantor

Nascono

a)       Wernuk (m) – IX° re

b)       Nhulin (m) – sarà un grande esploratore che tentò nuove vie. Disperso in un viaggio oltre l’oceano Gryst

c)       Khunot (m) – Studioso della natura e della magia. Grande amico dei maghi bianchi.

d)       Herianat (f) – unica figlia che però muore giovanissima

Wernuk – IX° re

Sposa Anigale

Nascono

a)       Ulkeor (m) – rifiuta il trono in favore della sorella e dedica alla contemplazione. Si ritira in un tempio sugli Imbolt.

b)       Ulieth (f) – VII° regina

Ulieth – VII° Regina

Sposa Turyoh

Nascono

a)       Pautyr (m) – X° re

Pautyr – X° re

Sposa Elhin

Nascono

a)       Bhenia (f) – VIII° regina

b)       Gunhar (m) – Rimase a palazzo fino alla fine dei suoi giorni

c)       Yurein (f) – una delle poche principesse guerriere. Studiò a Sersea con le maghe dell’Ombra

Bhenia – VIII° regina

Sposa Vuriot

Nascono

a)       Helnar (f) – rinuncia al trono e va a vivere a Derl

b)       Khenor (m) – XI° re

Khenor – XI° re

Sposa Enkal

Nascono:

a)       Kadar (m) – XII° re

b)       Thedar (m) – sposa Anlar ed inizia il ramo Thedar

Kadar – XII° re

Sposa Hulma

Nascono:

a)       Ishrad (f) – IX° regina ulgan

b)       Nemah (f) – sposa Otenrho e vive a Crowly

Ishrad – IX° regina

4.127 a. (Evo Odierno)

Sposa Hudol

Nascono:

a)       Nendor (m) –XIII° erede al trono (Cade in battaglia a Brast)

b)       Laniad (f) – ancora giovane ma già principessa contesa

c)       Monur (m) – figlio prediletto ma scapestrato

Laniad – X° Regina

4.214 a. (Evo Odierno)